ANNA LUGLI

4° ANNIVERSARIO

ANNA LUGLI
Ved. LONGAGNANI

Com’era bello la sera indugiare sulla riva del mare.
Se ne andavano tutti, a casa o negli alberghi.
La spiaggia rimaneva sgombra e tiepida, quasi solenne, tutta per noi, come fossimo chissachì.
Ogni cosa era torpida e leggera.
Tutto, l’aria, la sabbia, le nuvoline azzurre, le nostre domestiche parole.
Nessuno avrebbe mai voluto andare via, come se quel piccolo mondo fosse vero.
Non ne parlammo mai, ce lo tenevamo dentro, come un pezzetto d’oro.
Ce lo diciamo adesso, anche se già lo sai.
Arrivederci mamma, ovunque tu sia.

I tuoi cari

Reggio Emilia, 13 Luglio 2022

ANNA LUGLI

4° ANNIVERSARIO

ANNA LUGLI
Ved. LONGAGNANI

Com’era bello la sera indugiare sulla riva del mare.
Se ne andavano tutti, a casa o negli alberghi.
La spiaggia rimaneva sgombra e tiepida, quasi solenne, tutta per noi, come fossimo chissachì.
Ogni cosa era torpida e leggera.
Tutto, l’aria, la sabbia, le nuvoline azzurre, le nostre domestiche parole.
Nessuno avrebbe mai voluto andare via, come se quel piccolo mondo fosse vero.
Non ne parlammo mai, ce lo tenevamo dentro, come un pezzetto d’oro.
Ce lo diciamo adesso, anche se già lo sai.
Arrivederci mamma, ovunque tu sia.

I tuoi cari

Reggio Emilia, 13 Luglio 2022

Condividi
0 Messaggi di cordoglio
Inline Feedbacks
View all comments